CORO IN GIOCO

DOCENTI: MONICA RUGGERI

Il corso è destinato a ragazzi da 7 a 14 anni ed è principalmente un’occasione di formazione cognitiva, artistica e umana.

“Il canto è l’espressione musicale più spontanea e naturale e il coro è la forma più immediata del fare musica insieme. In un coro ogni persona è sempre concentrata sulla relazione della propria voce con le altre. L’ascolto dell’altro è quindi alla base del canto corale e in generale del fare musica insieme. Imparare a cantare insieme significa imparare ad ascoltarsi l’un l’altro.
Il coro quindi, come l’orchestra, è l’espressione più valida di ciò che sta alla base della società: la conoscenza e il rispetto del prossimo, attraverso l’ascolto reciproco e la generosità nel mettere le proprie risorse migliori a servizio degli altri”.

[Claudio Abbado]

La Scuola di Musica Jubilate ha deciso di intraprendere la nuova avventura del “Coro in Gioco” proprio con l’intento  di avvicinare i bambini alla bellezza del canto corale in un prezioso e sorprendente lavoro di squadra.

Obiettivi

L’obiettivo principale è educare l’orecchio (riconoscimento di semplici intervalli, scale ascendenti o discendenti, accordi maggiori e minori) e la capacità di intonare con assoluta precisione le note nell’ambito di un’ottava e mezza.

A tutto questo si aggiunge l’educazione al senso ritmico attraverso, l’esecuzione con la voce o semplici strumenti a percussione di ritmi a una o più parti eseguiti in gruppo.

Contenuti

  •  Canto corale ad una sola voce per imitazione con l’accompagnamento del pianoforte
  •  Canto corale ad una sola voce per lettura di semplici spartiti accompagnati dal pianoforte
  •  Canto corale a due voci (utilizzando la forma del canone a cappella)
  •  Esercizi ritmici con note da  quarti,  ottavi,  sedicesimi e pause a una o più parti  simultaneamente.